Top
 

Volterra Etrusca

L'Occitane Voyages / Volterra Etrusca

Volterra Etrusca

€40

per person

Volterra è certamente uno dei luoghi più ricchi di atmosfera dell’Italia centrale e può vantare una densità di reperti e di opere d’arte davvero impressionante. Fin dall’epoca antica essa si configura come uno dei capoluoghi dell’Etruria Toscana e proprio agli Etruschi deve parte della sua caratteristica fisionomia.

Gita culturale alla scoperta della Volterra Etrusca

 

Informazioni su Volterra:

Volterra è certamente uno dei luoghi più ricchi di atmosfera dell’Italia centrale e può vantare una densità di reperti e di opere d’arte impressionante.
Fin dall’epoca antica, essa si configura come uno dei capoluoghi dell’Etruria Toscana e proprio agli Etruschi deve parte della sua caratteristica fisionomia.
Innumerevoli i reperti appartenenti a questa civiltà rinvenuti nel territorio volterrano.
Tra questi spiccano la celeberrima Ombra della sera ed il Sarcofago degli Sposi, annoverabili fra i più significativi manufatti artistici etruschi mai ritrovati e facenti parte della importantissima collezione creata nel ‘700 dal grande studioso Mario Guarnacci.
Di rilievo l’area degli scavi archeologici con l’Acropoli Etrusca e l’adiacente cisterna romana e soprattutto il grande Teatro romano, uno dei pochi rinvenuti che conservi ancora in piedi parte delle strutture scenografiche.
Ma Volterra è anche città rinascimentale; la sua prestigiosa Piancoteca custodisce infatti notevoli opere di pittura appartenenti a grandi maestri come Il Ghirlandaio e Luca Signorelli, ma su tutte si erge la magnifica pala con la Deposizione del Rosso Fiorentino (1521), vera pietra miliare, drammatica ed incredibilmente moderna, della pittura cinquecentesca.
Queste ed altre meraviglie vi attendono in un percorso fra i vicoli di questa cittadina densa di magia.

Programma:

Ore 8.00: partenza da Bologna Largo Lercaro con Pullman Gran Turismo. Data la recente applicazione delle strisce blu nella zona Dagnini-Orti, al momento Largo Lercaro è diventato particolarmente appetibile, si consiglia quindi di arrivare un pochino prima del solito per essere certi di trovare parcheggio in tempi e distanze ragionevoli.

Ore 10.30: arrivo a Volterra e visita del Museo Etrusco Guarnacci.
Il Museo Guarnacci è uno dei più antichi Musei pubblici d’Europa: nasce nel 1761 quando il nobile abate Mario Guarnacci (Volterra 1701-1785) dona il suo ingente patrimonio archeologico, raccolto in anni di ricerche e acquisti, al “pubblico della città di Volterra”.  Particolare attenzione verrà dedicata al Coperchio degli sposi, uno dei manufatti più significativi di tutta la collezione che mostra due anziani coniugi distesi sul letto del convivio con i volti fortemente caratterizzati modellati in terracotta (I sec. a.C.) e all’Ombra della sera (bronzo, III sec. a.C), uno dei monumenti-simbolo del Museo ed uno dei capolavori della scultura etrusca in genere, un ex-voto allungato di giovinetto dalla grandissima fama che trova singolari assonanze con opere di scultura contemporanea.

Ore 13.00: il pranzo è libero. Nel centro di Volterra vi sono innumerevoli luoghi in cui è possibile sostare per il pranzo o anche solo per uno snack. Come ristoranti si segnalano: Da Beppino (058886051), Il Sacco Fiorentino (058888537), La Vecchia Lira (058886180), Il Giardinetto (058880585), Il Poggio (058885257). Si consiglia di prenotare o verificare prima disponibilità telefonicamente.

Ore 14.45: ritrovo in Piazzetta S.Michele e spostamento verso la Pinacoteca Nazionale.

Ore 15.00: visita della Pinacoteca ed Ecomuseo dell’Alabastro.
La Pinacoteca di Volterra ha la sua origine nel 1842 per iniziativa privata, ma grande impulso le fu dato a partire dal 1905, quando si pervenne alla costituzione di una galleria pittorica comunale.
Oltre ad un cospicuo materiale di sculture e ceramiche medievali, un ricco medagliere, nonché una raccolta numismatica di notevole interesse, la collezione custodisce prestigiose opere di pittura rinascimentale, annoverando capolavori di maestri quali Il Ghirlandaio e Luca Signorelli, ma la gemma più preziosa è senza dubbio la celebre e grandiosa Deposizione del Rosso Fiorentino (1521), una delle pitture più toccanti e tecnicamente audaci del Rinascimento italiano.
Ad essa Max Martelli dedicherà una lectio in loco.
Annesso alla Pinacoteca è L’Ecomuseo dell’Alabastro: il museo dell’Alabastro di Volterra si snoda in un suggestivo allestimento all’interno della medievale Torre Minucci, adiacente alla Pinacoteca Comunale.
Il percorso descrive, attraverso un’accurata selezione di testimonianze, la storia della lavorazione dell’alabastro dagli etruschi ai nostri giorni attraverso un originale viaggio tra gli aspetti tecnici e materiali (il reperimento della pietra e le tecniche di lavorazione), i caratteri stilistici (le forme decorative e i modelli di riferimento), i risvolti economici e sociali (il mercato dell’alabastro e la sua diffusione, la vita dell’alabastraio e l’attività di bottega).

Ore 16.00: tempo meteorologico permettendo, la visita proseguirà con il Teatro Romano di Volterra.
Portato alla luce da scavi effettuati negli anni ’50 è stato costruito in età imperiale all’inizio del I sec. d.C. ed è considerato uno dei più belli e meglio conservati d’Italia.

Ore 17.00: partenza e ritorno a Bologna Largo Lercaro. Arrivo previsto per le ore 19.30 circa.

Informazioni aggiuntive:

La guida alle opere è a cura di MAX MARTELLI storico dell’arte

Costi a persona

€ 30 a persona comprensive di trasporto in pullman granturismo da 55 posti, assicurazione e spiegazione a cura del Dr. Massimo Martelli Storico dell’Arte.

€ 10 (tariffa gruppi 2017) per Volterra Card: la Volterra Card è un biglietto unico che permette l’accesso a Museo Guarnacci, Pinacoteca di Volterra ed Ecomuseo Alabastro, Area archeologica e Teatro Romano.    

È necessario  quindi conservare con cura la card per tutta la durata dell’itinerario.

Il percorso nel centro urbano è in piano e agevole, le distanze da percorrere a piedi sono minime.
Chi nella pausa pranzo desiderasse vedere la Porta dell’Arco o l’area archeologica, dovrà affrontare un breve pendio (circa 150m).
Dalla Pinacoteca al Teatro Romano vi è una discesa di circa 150 m.

Modalità di iscrizione alla gita:

Percorso organizzato da L’Occitane Voyages

Via Delle Lame 2/e  40122 Bologna

Per partecipare è indispensabile la prenotazione secondo i seguenti riferimenti:

0510082842 –  3336619187 Anna Maria Mandelli – info@loccitanevoyages.it

La quota di partecipazione potrà essere saldata secondo le seguenti modalità:

– recandosi di persona presso la sede di L’Occitane Voyages in Via Delle Lame 2/e, Bologna

dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 19.00 orario continuato, il sabato fino alle 13.00.

– tramite bonifico bancario all’IBAN: IT24I0358901600010570608673, Allianz Bank, intestato a L’Occitane Voyages, causale VOLTERRA 2 APRILE. Nel caso in cui si scelga questa modalità si chiede cortesemente di dare a seguito conferma via mail dell’avvenuto pagamento.

NOTA: Il pagamento andrà effettuato entro Giovedì 30 Marzo. Nel caso in cui eventuali disdette giungano successivamente a questa data le quote saldate non potranno essere restituite.